Comprare casa oggi

Chi non vorrebbe comprare casa? È il sogno della maggior parte degli italiani che sono poco avvezzi all’idea di avere una casa in locazione. Questo potrebbe essere il momento giusto per diversi motivi.

In primo luogo i prezzi delle case, complice la crisi economica, sono abbastanza convenienti, di conseguenza è possibile comprare casa spendendo meno rispetto a quanto si sarebbe speso agli inizi degli anni 2000, si calcola che la riduzione del prezzo possa essere intorno al 20%.

Il secondo motivo per comprare casa sono i tassi di interesse. Il costo del denaro negli ultimi anni è stato più volte ritoccato al ribasso e attualmente siamo ai minimi storici (0,05%), non è possibile applicare ulteriori riduzioni. Il costo del denaro si ripercuote sui tassi applicati al mutuo per comprare casa, questo vuol dire che oggi è possibile contrarre mutuo a costi convenienti. Deve essere ricordato che al costo del denaro deve essere aggiunto lo spread che le banche in questo periodo stanno tenendo sotto il 2% e i costi di istruttoria della pratica. In merito all’argomento mutuo deve solo essere ricordato che attualmente potrebbe essere conveniente il tasso fisso perché in futuro i tassi di interesse potrebbero aumentare e quindi con il tasso variabile ritrovarsi una rata più alta rispetto a quella che si avrebbe con il tasso fisso.

Un altro motivo per comprare casa oggi sono gli incentivi per la ristrutturazione che godono di vantaggi fiscali. È ancora possibile detrarre dall’IRPEF fino al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione della prima casa.
Infine, c’è una particolare norma che prevede la possibilità di usufruire dei benefici fiscali (agevolazione su imposta di registro, ipotecaria e catastale) previsti per l’acquisto della prima casa anche per coloro che hanno già un immobile, l’importante è che lo stesso sia alienato entro un anno dall’acquisto del nuovo immobile. Si tratta di una importante novità introdotta con la legge 208 del 2015 ed in particolare al comma 55 dell’articolo 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *